Quando la natura scolpisce

 

 

 

 

 

Neve penitente
Fotografia di Art Wolfe

La neve penitente (termine mutuato dallo spagnolo nieve penitente) è una particolare formazione nevosa a forma di guglia che ricorda una figura umana incappucciata. In realtà sono delle colonne di neve, larghe alla base e strette alla punta, che possono raggiungere anche i 6 metri di altezza. Questo incredibile fenomeno naturale tende a crearsi nelle valli poco profonde, dove la neve è alta e il sole non batte ad angolazioni elevate: quando la neve si scioglie, i detriti si mescolano con l’acqua di scioglimento che si raccoglie in piccole pozze sparse qua e là, scavando queste fessure.

In questa foto di Art Wolfe, fotografo e ambientalista americano dedito alla difesa ambientale, possiamo ammirare una distesa di penitentes in Cile. 

 

 

 

 

 

Fiori di ghiaccio
Fotografia di Kenneth M. Highfill

Delicate come zucchero filato, le strutture come questa necessitano di condizioni perfette per formarsi. “Queste condizioni si verificano quando la temperatura è proprio intorno allo zero – spiega Libbrecht, – e di solito compaiono sulle piante marce o impregnate d’acqua: in inverno si formano sugli Appalachi, dato che non fa troppo freddo e c’è sempre molta acqua”.
Il congelamento deve avvenire molto delicatamente, di solito durante la notte, cosicchè l’acqua contenuta nei vasi delle piante legnose si possa congelare lentamente, dall’alto verso il basso. Se le temperature si abbassano troppo, il congelamento avverrà troppo rapidamente e il risultato non sarà lo stesso. Se questo delicato equilibrio viene raggiunto, il ghiaccio viene spinto fuori dalla parte superiore delle piante ed ecco il risultato: lastre o nastri di ghiaccio che sembrano veri e propri fiori marmorei. 

Kenneth M. Highfill, fotografo e reporter americano, è riuscito in questo scatto ad immortalare il raro fenomeno conosciuto come i “fiori di ghiaccio”.

 

A cura di Ester Giamberini

Lascia una replica

  Subscribe  
Notificami
Translate »
Facebook
Instagram