Un TG di un giorno qualunque

Un TG di un giorno qualunque

7 Ottobre 2019
Turchia: pronta ad attaccare la Siria. (L’annunciatrice ha il viso contrito).

Trump: “Nella mia insuperabile saggezza, glielo impedirò”. (…)
I Curdi hanno sempre combattuto per respingere la strage della propria Gente: prima da Putin, poi dal fanatismo integralista islamico. 

Allarme “crescita 0” in Italia
Conte: “Voi sindacati siete un riferimento” Segue una sequela di buoni pensieri, buone parole.
L’ISTAT parla di debolezza fiscale e Maurizio Landini dice “si faccia il cuneo fiscale”.

 

Negati i domiciliari a Brusca, titolare di 150 omicidi, della strage di Capaci,  del sequestro di Giuseppe di Matteo (figlio di Santino) bimbo che venne tenuto prigioniero per tre anni, quindi ucciso e sciolto nell’acido.
N.d.R.: Brusca ha collezionato 50 ergastoli e 50 complici; tuttavia, ha sinora ottenuto la bellezza di 80 permessi PREMIO. Un ottimo trattamento. Ma questi personaggi, non dovrebbero invece stare in carcere e LAVORARE?

 

Naufragio a Lampedusa, 13 morti: anche una bimba di 8 mesi. Ci sarebbero almeno una ventina di dispersi, tra cui molti bambini.

Nobel per la Medicina assegnato a William Kaelin Jr., Gregg L. Semenza, Peter J. Ratcliffeper gli studi sulla adattabilità delle cellule e sulla cura dei tumori, cellule malate che necessitano di elevate quantità di ossigeno.

Red Carpet. Si termina soffermandosi (anche lungamente) su Angelina Jolie e Michelle Pfeiffer, a Roma per la prima del loro film Maleficent 2.

Il TG termina con un esagerato sorriso della conduttrice: che ci sarà da sorridere, dopo un telegiornale così? Possiamo solo supporre che sia la scia dell’ultima notizia, quella che tutti ricorderanno di più e che per questo viene SEMPRE -spettacolo, calcio, musica, gossip e simili- piazzata in chiusura di TG: vecchia scuola televisivo/politica.

Redazionale

Lascia una replica

  Subscribe  
Notificami
Translate »
Facebook
Instagram