Luci nel buio

Se esiste un paese delle fate, un luogo fantastico in cui davvero iniziare a credere nella magia e nei fenomeni paranormali, lo troveremo nelle grotte di Glowworms Cave. Siamo in Nuova Zelanda, le caverne sono popolate da piccoli insetti luminescenti. Ospitano un fenomeno unico al mondo: entrando, ci si troverà circondati, come in un cielo stellato, da mille luci dai colori verdi-bluastri.

I piccoli insetti “magici”, i cosiddetti “vermi luminosi”, a dispetto del nome, non sono in realtà vermi, bensì larve del moscerino dei funghi. La bioluminescenza verde-bluastra è data dalla reazione chimica dell’ossigeno con gli enzimi e un pigmento presenti nella parte posteriore del corpo della larva, ed è visibile attraverso una cuticola trasparente. Gli insetti sono attirati dalla luce e restano intrappolati nei lunghi filamenti di muco appiccicoso prodotti dalle larve. Queste ultime, la cui vita è di circa nove mesi, devono nutrirsi il più possibile poiché allo stadio adulto di moscerini non avranno più la bocca e avranno solo da due a sei giorni, giusto il tempo necessario, per accoppiarsi e deporre le oltre cento uova, che si schiuderanno dopo una settimana.

Scoperte nel 1987 a seguito di una spedizione Maori, le grotte erano già conosciute in passato, ma non erano mai state raggiunte le caverne sotterranee. Immaginate lo stupore di chi a bordo di una piccola zattera, visitò per la prima volta le grotte, con le pareti ricoperte di insetti luminescenti.

Lascia una replica

  Subscribe  
Notificami
Translate »
Facebook
Instagram